Benefici e trattamenti

Benefici e trattamenti del latte di cavalla

Avendo le caratteristiche più simili al latte umano rispetto al latte di altre specie animali, ben si presta all’alimentazione di neonati e bambini come sostituto del latte materno o per problemi digestivi e intolleranze.

L’insieme delle sue componenti rende questo prodotto biologico particolarmente indicato nei disturbi di accrescimento e sviluppo, debolezza delle difese immunitarie e malattie della pelle croniche, come ad esempio la neurodermite.

Nei soggetti adulti viene impiegato con successo nei disturbi intestinali, ulcere gastriche ed intestinali, infiammazioni croniche della mucosa gastrica, duodenale e dell’intestino crasso, colite ulcerosa, disturbi digestivi, morbo di Crohn, diarree e stipsi.

È altresì utilizzabile nei disturbi del metabolismo lipidico, deficit della funzione pancreatica ed epatica, disturbi epatici acuti e cronici, disintossicazione dell’organismo, efficace per l’eliminazione delle scorie e per la riduzione del peso corporeo.

Ulteriori benefici si ottengono nella terapia dei problemi cutanei quali dermatite atopica, neurodermite, psoriasi, acne ed allergie.

Latte di cavalla Equimilk:
alternativa al latte vaccino in caso di allergia

In età pediatrica

Il latte di cavalla si è dimostrato essere una valida alternativa in caso di allergia al latte bovino, poiché nel 95% dei casi non ci sono reazioni allergiche crociate. L’allergia al latte bovino colpisce almeno il 3% di bambini nel primo anno di vita, mentre successivamente entro i 3 anni di vita in gran parte si risolve spontaneamente. Solo una percentuale di bambini rimane allergico a vita, anche in età adulta, e spesso è correlata a reazioni avverse anche ad altri alimenti, predisposizione all’asma e alla rinocongiuntivite allergica.


Questo è particolarmente importante nel neonato che in caso di allergie (allergie IgE mediate) al latte bovino e al latte in polvere di derivazione bovina può manifestare sintomi:

• A carico dell’apparato digerente

• A livello cutaneo

Nel primo caso si tratta di sintomi quali vomito, dolori addominali, meteorismo e scariche diarroiche.


Nel secondo caso invece le manifestazioni sono correlate alla dermatite atopica.

Il latte di cavalla contiene molto meno caseine del latte bovino e le proteine del latte di cavalla sono più simili a quelle del latte umano e questo fa sì che sia più digeribile. Sia in età pediatrica che adulta che negli anziani.

La composizione del latte di cavalla è molto simile a quello umano, inoltre contiene un grande quantitativo di lisozima e lattoferrina che aiuta nella stimolazione del sistema immunitario, mentre l’alto contenuto naturale di taurina è fondamentale per lo sviluppo neurologico nei primi mesi di vita.

Purtroppo molti bambini con problemi di allergia al latte bovino vengono alimentati con sostituti vegetali (latte di soia, latte di riso, latte d’avena ecc.) che non possono avvicinarsi nemmeno lontanamente alla completezza di un alimento come un latte vero e proprio. Ulteriori benefici si ottengono nella terapia dei problemi cutanei quali dermatite atopica, neurodermite, psoriasi, acne ed allergie.

In età adulta

Perché rinunciare ad un alimento sano, completo come il latte? Solo perché allergici al latte bovino? Tante volte chi è allergico al latte bovino ha difficoltà anche con il latte di capre e il latte di pecora perché ci sono le caseine e le proteine che hanno una famigliarità tra questi animali (ruminanti) e ci possono essere delle reazioni crociate. Il latte di cavalla è la soluzione!
I cavalli sono monogastrici e il latte, essendo quello più simile a quello umano, non dà problemi di allergie nel 95% delle persone allergiche al latte bovino

Il latte, proprio perché prodotto dalla secrezione della ghiandola mammaria dei mammiferi, non può essere assolutamente sostituito da una bevanda vegetale. Anche gli adulti beneficiano dell’assunzione di latte, anche se non costituisce più l’alimento base.
L’apporto di proteine nobili, di vitamine, calcio e il lattosio che costituisce la base irrinunciabile per il mantenimento di una flora intestinale sana ed efficiente, non trovano eguali. Inoltre il latte di cavalla, ricco di acidi grassi polinsaturi, è adatto anche a persone che devono controllare il colesterolo della dieta o che hanno problemi di fegato e pancreas.

Latte di cavalla per gli anziani

Gli anziani che spesso si trovano a fronteggiare diverse patologie, possono trovare nel latte di cavalla in valido alleato. La sua digeribilità non crea difficoltà nemmeno negli anziani con difficoltà digestive. Utilissimo per rinforzare le difese immunitarie: l’elevato contenuto di vitamina C unito al lisozima e lattoferrina aiutano l’organismo a fronteggiare le infezioni virali e batteriche.

Il lattosio (beta lattosio in particolare) è il substrato ideale per la crescita dei lattobacilli e lo sviluppo di una flora intestinale efficiente, che entra in competizione con batteri patogeni.
Inoltre, l’assorbimento del calcio non può avvenire se non in presenza di lattosio e sappiamo quanto sia importante un adeguato apporto di calcio nelle persone anziane (soprattutto donne) per contrastare l’osteoporosi.

Hanno parlato di noi


Inviaci la tua richiesta