Equimilk

Latte di cavalla
fresco e congelato a casa tua

Il latte di cavalla viene prodotto dalle fattrici per alimentare il proprio puledro nei primi mesi di vita e viene utilizzato nell'uomo già da parecchi secoli sia come alimento che per scopi terapeutici.

Il latte di cavalla di Equimilk è un prodotto unico in Italia perché fresco e congelato a -20°C, con autorizzazione al commercio e bollino CE registrato.


Campi d'utilizzo

Pediatria: alimento per neonati come sostituto del latte materno in caso di problemi digestivi, allergie e intolleranze

Alimentazione: Allergie alle proteine del latte vaccino, ovino e caprino (caseine)

Problemi dermatologici: psoriasi e dermatiti atopiche

Disturbi del sistema immunitario

Disturbi gastro intestinali: ulcere, infiammazioni croniche della mucosa gastro intestinale, colite ulcerosa, morbo di Crohn, diarree croniche

Disturbi del metabolismo lipidico

Supporto nei disturbi pancreatici ed epatici

Tonico e riequilibratore metabolico in convalescenza


Scopri di più

Brevi cenni di storia

Già 3000 anni fa il latte di cavalla era considerato in Cina come un medicinale dalle proprietà curative meravigliose tanto che l’imperatore della dinastia Ming lo definì “nettare divino”. In Oriente gli sceicchi denominarono il latte di cavalla “medicinale benedetto da Allah”. Omero nell’Iliade parlava di mungitori di cavalle che utilizzavano il latte come alimento tutti i giorni. Kubiai-Khan, il sovrano dei Mongoli, beveva tutti i giorni Kumyss (latte di cavalla fermentato) munto solo per lui e i suoi discendenti da cavalle rigorosamente bianche.

Nella storia più recente, i primi ad utilizzare il latte di cavalla per i suoi effetti terapeutici furono i russi che nel 1858 fondarono il primo Sanatorio a base di latte di cavalla a Samara. Inizialmente svilupparono soprattutto terapie per la cura di patologie polmonari (tubercolosi) e dell'apparato digerente, cui seguirono presto tante altre applicazioni.

Questo rimedio naturale viene applicato in caso di ulcera gastrica e duodenale, disturbi del sistema immunitario, patologie epatiche e problemi cutanei come la neurodermite e la psoriasi. Durante la II guerra mondiale i medici notarono che i pazienti con ferite gravi che assumevano regolarmente latte di cavalla, guarivano molto più velocemente degli altri con patologie analoghe che non lo assumevano.

Nel 1959 in Germania nacque il primo allevamento di cavalle da latte ad opera del Dr. Rudolf Storch il quale scoprì i benefici del latte di cavalla durante la prigionia in Russia.


Inviaci la tua richiesta

 

Acconsento al trattamento dei miei dati per l'invio di comunicazioni commerciali secondo la nostra Privacy Policy. I tuoi dati saranno utilizzati in via esclusiva da Equimilk e non saranno ceduti a terzi.